Cerca

Processo Cucchi, pm: "Ancora oggi inquinamenti probatori"

CRONACA
Processo Cucchi, pm: Ancora oggi inquinamenti probatori

(Fotogramma)

“Ancora oggi nel 2020 nel Reparto operativo dei Carabinieri c’è qualcuno che passa gli atti a qualche imputato. Siamo stanchi di questi inquinamenti probatori che vanno avanti da 11 anni e vogliamo identificare gli autori”. Lo ha detto in aula oggi, in udienza a porte chiuse, il pm Giovanni Musarò al processo sui depistaggi seguiti alla morte di Stefano Cucchi in cui sono imputati 8 militari dell’Arma. Il riferimento è ad alcuni documenti depositati la scorsa udienza dal difensore di uno degli imputati che non erano stati formalmente richiesti.


"Non abbiamo finito e non finiremo mai di subire interferenze illecite”, scrive su Facebook l’avvocato Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi commentando quanto affermato in aula dal pm.

“Il pm Musarò - racconta Anselmo - si alza e denuncia depistaggi in atto e documenti in possesso all’imputato Testarmata che non poteva avere. 'C’è un Giuda – dice il pm - un cavallo di Troia che speriamo di identificare che fornisce atti e documenti per una verità parziale e fuorviante’. All'udienza scorsa mi ero molto arrabbiato per il modo di procedere della difesa Testarmata - ricorda Anselmo - soprattutto perché in possesso di documenti che non erano nel fascicolo. Mi ero opposto alla loro produzione ed utilizzo chiedendo esplicitamente lumi sulle modalità con le quali ne era venuto in possesso. Avevo ragione”, conclude il legale della famiglia Cucchi".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.