Cerca

La stretta di Salvini

POLITICA
La stretta di Salvini

(Fotogramma)

“Al Decreto Sicurezza Bis la Lega presenterà emendamenti per aumentare le multe fino al milione di euro e rendere più semplici sequestri dei mezzi”. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, annuncia la stretta e parlando di Ong sottolinea: “Rifiutano acqua per poter dichiarare lo stato di necessità a bordo e forzare il blocco: così sperano nell’impunità. Chiedono soldi per pagare le multe previste dal Decreto Sicurezza Bis: così aumentano le donazioni e il business. Sono tornate davanti alla Libia: così incentivano le partenze e il rischio di naufragi e fanno felici gli scafisti. Queste sono le Ong. Non ci faremo intimidire, non ci piegheremo ai ricatti, difenderemo l’Italia”.


In mattinata, a chi gli chiedeva se attualmente i porti in Libia sono sicuri, il vicepremier aveva risposto: "In questo momento, no". Quanto al pericolo che possa arrivare proprio da quel Paese un flusso massiccio di migranti, aveva replicato: "Stiamo lavorando con il governo libico perché la situazione torni tranquilla". L'obiettivo è evitare che vengano smistati in Europa, "c'è una guardia costiera che lavora bene, c'è un governo legittimamente riconosciuto e con loro ragioniamo", ha detto Salvini.

Alla domanda se il Trattato di Dublino verrà ridiscusso, il ministro dell'Interno ha risposto: "Non mi sembra che la maggioranza dei Paesi europei sia intenzionato a farlo, e quindi ci stiamo attrezzando per ridiscuterlo sostanzialmente da soli". "Stiamo ragionando - ha concluso - per superare delle regole che non funzionano".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.