cerca CERCA
Sabato 16 Gennaio 2021
Aggiornato: 13:07

Manovra, torna la rivalutazione delle pensioni

24 ottobre 2019 | 08.54
LETTURA: 1 minuti

La misura riguarda una platea di 2,5 milioni di pensionati. Zero ritocchi a Quota 100, prorogate per 12 mesi Ape social e Opzione Donna

alternate text
(Fotogramma)
(Adnkronos)

Torna la rivalutazione delle pensioni. Secondo quanto si legge nel documento di sintesi della manovra, viene infatti ripristinata una rivalutazione degli assegni pensionistici lordi tra 1.500 e i 2.000 euro: la misura interessa circa 2,5 milioni di pensionati. Viene confermata anche l'esenzione dal canone Rai per gli anziani a basso reddito.

Non è previsto alcun ritocco a Quota 100, mentre saranno prorogate di un anno l'Ape sociale e Opzione donna. La prima misura consente ai soggetti in determinate condizioni di necessità che abbiano compiuto almeno 63 anni di età e 30 anni di contributi di andare in pensione. Opzione donna è invece garantita a tutte quelle lavoratrici che hanno maturato un'anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni al 31 dicembre 2019 e un'età pari o superiore a 58 anni (se sono dipendenti) e a 59 anni (se sono autonome).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza