cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 19:56
Temi caldi

Paolo Rossi, Conte: "Addio indimenticabile campione"

10 dicembre 2020 | 10.22
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Nell'estate del 1982 con i suoi gol ha regalato un sogno a intere generazioni. È stato il simbolo di una Nazionale e di un'Italia, unita e tenace, capace di battere avversari di enorme caratura. Addio a Paolo Rossi, indimenticabile campione. L'Italia ti ricorderà con affetto". Così su Twitter il premier Giuseppe Conte in merito alla scomparsa di Paolo Rossi.

Messaggi di cordoglio da tutto il mondo politico. Anche la Camera dei deputati si è unita al ricordo del grande campione. Diversi deputati, in apertura di seduta, sono intervenuti per commemorare brevemente Pablito, tributando, in piedi, un lungo applauso all'eroe calcistico di Spagna 82.

Mattarella: "Garbo e umanità, indimenticabile campione"

"Ero piccolo ma i mondiali in Spagna del 1982 li ricordo. Ricordo l’esplosione di gioia, le urla, la festa. Da allora nacque il mito di Pablito, perché a portarci sul tetto del mondo fu proprio lui: Paolo Rossi", il ricordo del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. "Una figura leggendaria dello sport internazionale. Campione del mondo e pallone d’oro nello stesso anno. I suoi goal hanno fatto esultare di gioia generazioni di Italiani, che non lo dimenticheranno. Un abbraccio alla famiglia e ai suoi cari", conclude Spadafora.

Il presidente della Figc Gabriele Gravina esprime il cordoglio di tutto il calcio italiano: "La scomparsa di Pablito - dichiara Gravina - è un altro dolore profondo, una ferita al cuore di tutti gli appassionati difficile da rimarginare. Perdiamo un amico e un’icona del nostro calcio. Trascinando con i suoi gol al successo la Nazionale dell’82’, ha preso per mano un intero Paese, che ha gioito in piazza, per lui e con lui. Ha legato in maniera indissolubile il suo nome all’Azzurro e ha ispirato, con il suo stile di gioco, numerosi attaccanti delle generazioni future". Per ricordare Paolo Rossi bandiere a mezz’asta in via Allegri, nel palazzo sede della Figc, e al Centro Tecnico Federale di Coverciano.

Hai battuto le leggende, ci hai reso i più grandi. Hai riunito un Paese e lo hai portato sul tetto del mondo. Ciao Pablito, purtroppo ancora una volta hai bruciato tutti sul tempo", il ricordo su Twitter del presidente del Coni, Giovanni Malagò.

Diversi i tributi del mondo politico. "Estate 1982, indimenticabile. Seguivamo tutti con il fiato sospeso le tue azioni. Il talento, la volontà di ferro, la caparbietà. Quanta gioia. Caro Paolo, il tuo sorriso in quella estate è uno dei ricordi più belli per il nostro Paese, rimarrà nella storia e nei cuori di tutti. Addio grande campione", scrive su Twitter il presidente della Camera Roberto Fico. "Che bella stagione ci ha fatto vivere! Addio #PaoloRossi", il tweet del Commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni.

"Addio a Paolo Rossi, protagonista indimenticabile dei mondiali di Spagna '82. Ci hai fatto provare emozioni indescrivibili. Ciao Pablito", così su Facebook il presidente della Regione Lazio e leader Pd, Nicola Zingaretti.

''Paolo Rossi ci ha regalato il sogno più grande, portando la nostra Italia a vincere la Coppa del Mondo. Il suo sorriso e le sue braccia alzate al cielo ci mancheranno'', scrive quindi Silvio Berlusconi sui social postando una foto che lo ritrae accanto a 'Pablito' e ad alcuni giocatori del Milan dei tempi d'oro, da Marco Van Basten a Franco Baresi. "Simbolo dell'Italia campione del mondo del 1982, in grado di battere avversari blasonati come il Brasile di Zico, l'Argentina di Maradona, la Germania di Rummenigge. Paolo Rossi ha emozionato e fatto battere i cuori di milioni di italiani con i suoi gol. Addio campione", il ricordo su Facebook del ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

"Mamma mia, questo è stato un anno terribile, speriamo passi presto. Avevo 9 anni ed ero al campo scout in Trentino, festeggiammo tutta la notte. Ricordo quella gioia pazzesca che regalò a tutti gli italiani e poi, da milanista, ricordo anche qualche gol segnato nel derby. E' stata una persona eccezionale, mai sopra le righe, umile. Un campione in campo e fuori", ha commentato a 'Radio Anch'io' su Radio Raiuno il leader della Lega, Matteo Salvini. "Con Paolo Rossi se ne va un simbolo del calcio e dello sport italiano. È stato un campione dal talento unico, che ha fatto sognare gli italiani e ha riportato l'Italia sulla vetta del mondo. Indimenticabili le sue prodezze e i suoi gol ai Mondiali di Spagna 1982, che hanno incantato e reso orgogliosa una Nazione intera. Grazie per tutte le straordinarie emozioni che hai regalato al popolo italiano. Addio Pablito, orgoglio nazionale", scrive quindi su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza