cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 13:53
Temi caldi

Pompei: M5S, con un'app i cittadini possono vigilare sul sito

04 aprile 2014 | 21.05
LETTURA: 2 minuti

Con un'app i cittadini possono vigilare sul sito di Pompei. L'idea è venuta al MoVimento 5 Stelle. Un modello di monitoraggio dai costi bassissimi che rispecchia anche il modo di interagire con la ''cosa pubblica'' che il M5S vuole portare avanti. In sostanza attraverso il monitoraggio elettronico del sito e l'app, i cittadini possono controllare direttamente lo stato di salute del parco archeologico interagendo con le Istituzioni, segnalando rischi.

Il progetto Smart Pompei è stato illustrato oggi a Napoli, presso lo Spazio Nea, nel corso della conferenza stampa realizzata dal MoVimento 5 Stelle per mettere in rilievo le maggiori criticità nella gestione dell'area archeologica e per presentare le proposte avanzate sulla materia in Parlamento. All'incontro hanno preso parte i deputati del M5S alla Camera Roberto Fico, Luigi Gallo, Simone Valente, il Consigliere M5S della V Municipalità di Napoli, Mariano Peluso, il candidato sindaco del M5S al comune di Pompei, Fabio Liguori.

Per Roberto Fico "a Pompei serve semplicemente normalità. la manutenzione ordinaria. L'impegno di curare beni che appartengono a tutti. Non deve servire per distribuire soldi, appalti e subappalti. È assurdo star qui a parlare di Pompei e dei suoi problemi, quando potrebbe essere un volano per tutta la regione e per l'Italia. La cultura è una risorsa incredibile che può solo crescere". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza