cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 15:38
Temi caldi

Psoriasi, i malati: "Diritto a cure negato da conti in rosso delle Regioni"

13 aprile 2016 | 16.46
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Immagine di repertorio (Afp)

"Siamo malati e abbiamo diritto alle cure, ma i conti in rosso delle Regioni ce le negano. Chiediamo soluzioni, ci rispondono con il silenzio. Presidente Renzi e ministro Lorenzin, anche la pazienza dei malati di psoriasi ha una fine". Sintetizza così la situazione dei pazienti Mara Maccarone, presidente dell'Adipso (Associazione per la difesa degli psoriasici), in occasione dell'apertura del IX Congresso internazionale Adipso giovedì 14 aprile a Roma Eventi con la presidenza dei professori Ketty Peris, Luca Bianchi e Maria Concetta Fargnoli. Questa edizione del congresso è dedicata al dermatologo Sergio Chimenti, recentemente scomparso, che ha ideato questo appuntamento insieme all'Adipso e lo ha reso famoso in tutto il mondo. "Un compagno di viaggio che resterà per sempre al nostro fianco" ricorda Maccarone.

I malati di psoriasi sono" tre milioni, eppure nessuno ci vede e ci ascolta - prosegue - nemmeno fossimo invisibili. L’Oms dal 2014 ha riconosciuto la psoriasi come malattia non trasmissibile grave, che richiede una maggiore sensibilizzazione pubblica, includendola nell’agenda della salute globale. Ma le pagine dell'agenda italiana sono rimaste tristemente bianche. Chiediamo che i nostri diritti siano tutelati, nulla di più di ciò che ci è dovuto. Da anni l'Adipso si batte affinché tutti i malati cronici, non solo gli psoriasici, possano avere accesso alle cure. Ma serve che sia il Governo, non le Regioni, a gestire la spesa di questi farmaci. Serve che i centri Psocare ormai allo sbando siano ripristinati. Serve che qualcuno ci ascolti: chiedeteci soluzioni e non pazienza".

Al IX Congresso internazionale Adipso, dedicato a 'Psoriasi/Psoriasi Artropatica: problema medico e sociale. Confronto fra pazienti, dermatologi, reumatologi, medici di medicina generale, psicologi e politici', che si chiuderà il 16 aprile, parteciperanno i massimi esperti per fare il punto sulle nuove terapie. Ma sarà anche l'occasione per parlare di discriminazione, di stigma, di disagio sociale per una malattia invalidante che colpisce sempre più persone nel mondo, Italia compresa, e sempre più giovani.

Nella giornata conclusiva, alle 10, si svolgerà la tavola rotonda tra medici e pazienti (sessione interattiva), durante la quale i malati potranno porre ai medici presenti domande legate alla psoriasi e all'artrite psoriasica. Un momento aperto a tutti i pazienti, anche a chi non è a Roma: infatti, sarà possibile seguire l'evento online con una diretta video interagendo in chat. Basterà collegarsi al sito dell'Adipso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza