cerca CERCA
Giovedì 11 Agosto 2022
Aggiornato: 13:02
Temi caldi

Rai: Brunetta, su trasparenza Parlamento preso in giro

13 febbraio 2014 | 11.47
LETTURA: 2 minuti

"Il governo prende in giro il Parlamento e non rispetta la legge. È inaccettabile quanto sostenuto oggi in Aula a Montecitorio dal viceministro dell'Economia, Luigi Casero, nel rispondere ad una mia interpellanza con la quale ho chiesto conto, per la seconda volta in un mese, dell'attuazione della legge sulla razionalizzazione della Pubblica Amministrazione in tema di trasparenza, e dunque per la pubblicazione ufficiale dei compensi del personale e dei collaboratori della Rai". Lo afferma in una nota Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia.

"Soltanto un mese fa - continua Brunetta- il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini, nel rispondere ad un'altra mia interpellanza sul tema, oltre a richiamare puntualmente la normativa di riferimento ha assunto il preciso e chiaro impegno a nome del governo che non lasciava spazio a dubbi circa l'attuazione immediata delle norme che prevedono la pubblicazione dei costi annui di tutto il personale della Rai. La non risposta avuta oggi dal governo, l'ulteriore rinvio per l'applicazione della legge, ad una data (31 marzo 2014) non si sa bene stabilita da chi, è una violenza nei confronti del legislatore, ed una presa di posizione inaccettabile da parte del governo".

"Un governo impotente e ormai morente - conclude Brunetta- che nella sua impotenza difende e copre le opacità della Rai. Denuncio con forza questo scandalo. Contro questo abominio chiediamo l'intervento del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del presidente del Consiglio, Enrico Letta, e degli organi di controllo preposti, come la Corte dei Conti. Vergogna governo, vergogna ministro Saccomanni, vergogna presidente della Rai Tarantola, vergogna direttore generale Gubitosi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza