cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:15
Temi caldi

Renzi sta con il direttore della Reggia: "Lavora troppo? Ridicola l'accusa dei sindacati"

04 marzo 2016 | 19.37
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Matteo Renzi (Fotogramma)

''Questo direttore lavora troppo. Così non va''. Questo il grido d'allarme, lanciato contro il nuovo direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori. L'accusa sembra ridicola, in effetti lo è. I sindacati che si lamentano di Felicori, scelto dal governo con un bando internazionale, dovrebbero rendersi conto che il vento è cambiato. E la pacchia è finita!". Con un post su Facebook Matteo Renzi interviene sulla polemica, scatenata da un documento ufficiale di protesta che, riporta il Mattino, è stato redatto da alcune sigle sindacali, che rappresentano la Reggia, e inviato al ministro dei Beni Culturali Franceschini.

"Questo direttore lavora troppo. Così non va". Questo il grido d'allarme lanciato contro il nuovo direttore della Reggia...

Pubblicato da Matteo Renzi su Venerdì 4 marzo 2016

"La Reggia di Caserta è un luogo meraviglioso, ad appena un'ora di treno da Roma Termini -prosegue il premier-. Il direttore Felicori ha un mandato chiaro: rilanciarla. E noi siamo con lui. Non è un caso se a febbraio 2016 i visitatori sono aumentati del 70% rispetto a febbraio 2015 e gli incassi aumentati del 105%". "Quando ho visitato la Reggia ho detto chiaramente che noi credevamo in questo luogo pazzesco e che faremo di tutto perché gli italiani e gli stranieri tornino a visitarla. Il direttore sta facendo semplicemente il suo lavoro. E tutti siamo con lui, senza paura. Il vento è cambiato. Viva la cultura, viva l'Italia che si impegna", conclude Renzi.

Barbagallo, sospensione per sindacalisti coinvolti - "Lavorare e lavorare bene è un dovere: chi non lo comprende può considerarsi fuori dalla nostra Organizzazione" dichiara il segretario della Uil, Carmelo Barbagallo. "La Uil, che non era a conoscenza dello scambio epistolare tra le Rsu e il Ministero (fatto assolutamente inaccettabile), procederà intanto alla sospensione di tutti i propri sindacalisti coinvolti" sostiene Barbagallo. "Faremo le nostre verifiche e agiremo contro i responsabili di questa incredibile e incresciosa vicenda che danneggia, innanzitutto, quei milioni di lavoratori pubblici che onestamente fanno il proprio dovere per lo sviluppo del Paese".

Camusso twitta: "Quei sindacati hanno sbagliato" - "Si può sbagliare, ma quando si sbaglia bisogna riconoscerlo e quei sindacati a #reggiacaserta hanno sbagliato!" ha scritto in un tweet il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza