cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 15:17
Temi caldi

Russia, manifestazione davanti a tribunale di Mosca: arrestate anche due Pussy Riot

24 febbraio 2014 | 17.15
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Mosca, 24 feb. - (Adnkronos/Dpa) - La polizia russa ha arrestato decine di persone, tra cui il leader dell'opposizione Alexei Navalny e due componenti delle Pussy Riot, mentre stavano manifestando a Mosca davanti a un tribunale.

Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alyokhina erano già state, di nuovo, fermate nei giorni scorsi anche a Sochi. Pyotr Verzilov, marito di Tolokonnikova, ha pubblicato su Twitter la foto di sua moglie in un furgone della polizia.

Il tribunale di fronte al quale hanno manifestato gli attivisti ha emesso la sentenza contro 8 oppositori accusati di incitamento alla violenza contro lo Stato e già dichiarati colpevoli venerdì scorso. Alcuni di loro, riferiscono i media, sono stati condannati fino a 4 anni in un campo di lavoro.

Gli 8 attivisti, di cui 7 uomini e una donna, sono stati accusati di essere coinvolti in episodi di violenza il 6 maggio del 2012, la notte prima della terza nomina presidenziale di Vladimir Putin. La difesa aveva chiesto che venissero messi in libertà per mancanza di prove. Secondo alcuni difensori dei diritti umani, il processo ha delle motivazioni politiche.

"Indovinate dove sono - aveva scritto Navalny su Twitter - inizia con la polizia e finisce in una camionetta". Secondo il sito kasparov.ru, critico del Cremlino, alla manifestazione, che non era stata autorizzata, hanno partecipato circa 700 persone. La polizia, riferisce l'agenzia di stampa russa Interfax, ha parlato invece di 200 partecipanti e almeno 65 arresti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza