cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 00:08
Temi caldi

Salute: serie A calcio in campo per 'settimana del cuore', Prandelli testimonial

10 febbraio 2014 | 17.08
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Roma, 10 feb. (Adnkronos Salute) - A difesa del cuore scende in campo il campionato di calcio di Serie A: da oggi fino al 16 febbraio la Fondazione 'Per il Tuo Cuore' promuove 'Al cuor non si comanda', campagna nazionale di informazione, sensibilizzazione e raccolta fondi per prevenire le malattie cardiovascolari e l'arresto cardiaco nei giovani e negli sportivi. Testimonial d'eccezione il Ct della Nazionale Cesare Prandelli. La campagna è realizzata dalla Fondazione per il tuo cuore Onlus dell'Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (Anmco), per sostenere la ricerca in cardiologia. Per tutta la settimana di San Valentino si potrà donare un euro inviando un Sms solidale al 45595, oppure 2 o 5 euro chiamando da rete fissa per contribuire ai progetti della Fondazione e saranno aperti 700 reparti di cardiologia per consulenza gratuite e incontri informativi.

In Italia sono circa 1.000 le vittime di morte cardiaca improvvisa con meno di 35 anni. Salvarle però sarebbe possibile: è questo il messaggio della campagna di sensibilizzazione accolto anche dalle squadre della serie A del campionato di calcio, che domenica 16 febbraio dedicheranno alla salute del cuore la 24esima giornata di campionato. Striscioni che invitano alla donazione saranno portati in campo dai bimbi-mascotte di tutte le squadre ed esposti a centrocampo, mentre i capitani scenderanno in campo con il simbolo della campagna, il cuore scaldamano, e lo scambieranno prima dell'inizio della gara. A sostegno dell'iniziativa anche la Federazione italiana gioco calcio (Fgic) attraverso il commissario tecnico della Nazionale Cesare Prandelli, testimonial d'eccezione della campagna: uno spot che lo vede protagonista sarà proiettato sui maxischermi di tutti gli stadi prima dell'incontro.

"Ho accettato con grande entusiasmo - dice Prandelli - perché il tema della prevenzione della morte improvvisa è molto importante e perché fare sport fa bene, ma i ragazzi vanno stimolati a praticarlo in sicurezza. Si gioca con il cuore, ma con il cuore non si gioca". "Prevenire si può con visite sportive approfondite per individuare le malattie cardiache silenti responsabili della morte improvvisa - afferma Michele Gulizia, presidente designato Anmco e coordinatore nazionale della campagna - Fondamentale non sottovalutare campanelli d'allarme come capogiri o perdite momentanee di coscienza: spesso non sono nulla di grave ma occorre indagare".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza