cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:51
Temi caldi

Sanita': 3 segnalazioni su test falsati nel 2013, in Sicilia e Toscana

14 marzo 2014 | 18.37
LETTURA: 2 minuti

Roma, 14 mar. (Adnkronos Salute) - Sul caso dei test all'ospedale Maggiore di Crema per il dosaggio di un ormone che potrebbero aver dato risultati sbagliati, il ministero della Salute aveva già ricevuto nel corso del 2013 tre segnalazioni, relative ai medesimi dispositivi, legate al riscontro di valori del Pth (paratormone, un regolatore dei livelli di calcio) superiori a quelli misurati in altri modi per i medesimi pazienti. Gli episodi segnalati, a quanto apprende l'Adnkronos Salute, sono avvenuti a febbraio e a maggio, in tre laboratori di analisi privati a Taormina, Grosseto e Sesto Fiorentino.

Per tutte le segnalazioni, Abbott ha provveduto all'invio dei rapporti di incidente, con i quali ha dato comunicazione delle verifiche eseguite presso i propri laboratori, in un monitoraggio che ha riguardato i pochi casi - meno di 20 - registrati in vari Paesi europei ed extraeuropei. A questo punto, il 12 febbraio scorso Abbott ha prodotto il rapporto iniziale relativo a una 'Field Safety Corrective Action' - ovvero il richiamo delle scorte rimanenti dei lotti segnalati - sui prodotti Architect Intact PTH Calibrator (8 lotti), Control (7 lotti), Reagent (26 lotti, dei quali 19 distribuiti in Unione Europea).

Il tutto dopo che uno studio, conclusosi a gennaio 2014, aveva evidenziato un problema: una deriva della prestazione del dosaggio che poteva generare risultati falsamente elevati. In particolare, si legge nella segnalazione pubblicata a febbraio sul sito del ministero della Salute, "i risultati dei pazienti hanno presentato una deriva media compresa tra il 13% ed il 45% se confrontati ai risultati di uno studio portato a termine nell'agosto del 2012. Tale deriva è stata rilevata in tutto il range analitico del dosaggio".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza