cerca CERCA
Mercoledì 01 Dicembre 2021
Aggiornato: 09:31
Temi caldi

Sanita': Fao su Mers, urgente ricerca su ruolo cammelli

23 maggio 2014 | 17.38
LETTURA: 2 minuti

Roma, 23 mag. (Adnkronos Salute) - Esperti di salute e veterinari lanciano l'appello perché vengano intensificati controlli, ricerca e segnalazioni immediate di casi della sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus (Mers). Facendo finalmente chiarezza sul ruolo dei cammelli nella diffusione della malattia. Una dichiarazione fatta da una riunione tecnica regionale organizzata dalla Fao nel Sultanato dell'Oman, che ha allertato i Paesi della regione, ma non solo, sulla necessità da parte delle autorità della salute pubblica e veterinaria di mettere in atto investigazioni coordinate e di condividere informazioni e risultati.

I partecipanti hanno preso atto del "recente aumento di casi umani nella penisola arabica e della sospetta trasmissione zoonotica che coinvolge in particolare" i cammelli. Hanno quindi divulgato una lista di raccomandazioni per migliorare la conoscenza delle modalità di trasmissione del virus agli umani e per minimizzare il suo impatto sulla salute umana e animale, oltre che sui mezzi di sussistenza legati all'agricoltura e all'allevamento. "E' di vitale importanza per la comunità internazionale capire come e dove il virus si trasmette, chi ne è la fonte (animale o umana) e quando e perché alcune persone lo diffondono", ha affermato Juan Lubroth, veterinario capo della Fao.

"C'è un bisogno urgente di focalizzare la ricerca sull'epidemiologia animale della Mers per evitare infezioni umane primarie e per evitare di mettere altre persone in pericolo", ha aggiunto Lubroth. "Comprendendo meglio l'epidemiologia, possiamo fornire le linee guida necessarie per evitare il passaggio dell'infezione dagli animali all'uomo e proteggere l'industria del cammello o di altri animali dalle potenziali gravi conseguenze", ha affermato. Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, fino al 21 maggio scorso sono stati oltre 630 i casi accertati in laboratorio di infezione da virus Mers, e oltre 190 i decessi a partire dal 2012. Il Paese più colpito é l'Arabia Saudita, ma casi sono stati rilevati anche negli Emirati Arabi, in Qatar, Giordania, Oman e Yemen. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza