cerca CERCA
Sabato 28 Gennaio 2023
Aggiornato: 01:54
Temi caldi

Sgarbi: "Chi ha il Covid se la cava bene, chi non ce l’ha se la cava male"

08 ottobre 2020 | 19.30
LETTURA: 1 minuti

Il critico: "Chi cammina da solo in strada con la mascherina è impaurito da multe e la paura è delle dittature"

alternate text
(Fotogramma)

"In merito alle restrizioni annunciate penso che sia illuminante una conversazione che ho avuto con una cameriera macedone. Lei dice che in Macedonia chi ha il virus se la cava bene, chi non ce l’ha se la cava male. Beh, è meraviglioso ed è anche la valutazione oggettiva dei fatti: il 95% dei positivi è asintomatico. Non solo non sta male ma non se ne accorge neanche. E se scoprissimo che i contagiati se la cavano meglio di chi non ha preso il virus?". Così in un video dal suo profilo YouTube il critico d’arte Vittorio Sgarbi commenta da Rovereto le misure contenute nell’ultimo Dpcm.

"Il virologo Guido Silvestri - prosegue Sgarbi - dice che obbligare le persone a indossare le mascherine quando sono da sole è una completa idiozia. Mi pare che non ci sia bisogno di fare il virologo per capire che uno che cammina da solo in strada con la mascherina è un coglione. Anzi, più che coglione è un intimidito, impaurito per paura di pagare una multa. È grottesco che uno debba sentirsi obbligato a fare una cosa che non ritiene giusta; lo fa per paura e la paura è soltanto degli Stati dittatoriali".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza