cerca CERCA
Venerdì 22 Ottobre 2021
Aggiornato: 09:01
Temi caldi

Sociologia: e' morto Stuart Hall, il padre del multiculturalismo

11 febbraio 2014 | 10.11
LETTURA: 2 minuti

Il sociologo inglese di origine giamaicana Stuart Hall, considerato uno dei padri del multiculturalismo e uno dei massimi teorici dei 'cultural studies', e' morto a Londra all'eta' di 82 anni. L'annuncio della scomparsa e' stato dato oggi dai quotidiani londinesi. Professore di sociologia in varie universita' britanniche, Hall e' ritenuto lo studioso che meglio ha saputo coniugare marxismo e ricerche sulla comunicazione di massa. Suo un recupero del pensiero di Antonio Gramsci (di cui era uno dei principali studiosi di lingua inglese), soprattutto per quanto riguarda il concetto di ''cultura popolare''.

Principale animatore dei 'cultural studies' e una delle voci principali della critica postcoloniale, gli studi di Hall sui mass media, sulle sottoculture giovanili, sul razzismo, sul thatcherismo (di cui e' stato un critico feroce), sul rapporto tra capitalismo e colonialismo, sulla produzione culturale dei neri britannici, sulle dinamiche delle identita' migranti e post-migranti e sul multiculturalismo sono stati oggetto di ampio dibattito nello scenario teorico-politico internazionale nell'ultimo mezzo secolo.

In italiano la casa editrice Meltemi ha pubblicato di Hall la raccolta di saggi ''Il soggetto e la differenza. Per un'archeologia degli studi culturali e postcoloniali'' (2006) e, con Miguel Mellino, ''La cultura e il potere. Conversazione sui cultural studies'' (2007). Il Saggiatore ha pubblicato ''Politiche del quotidiano. Cultura, identita' e senso comune'' (2006). (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza