Cerca

Confindustria, Bonomi: "Riaprire aziende, solo produzione crea lavoro non Stato"

ECONOMIA
Confindustria, Bonomi: Riaprire aziende, solo produzione crea lavoro non Stato

(Foto Fotogramma)

"Non possiamo più permetterci di perdere ancora tempo e dobbiamo focalizzarci su due obiettivi: riaprire le produzioni perché solo queste danno reddito e lavoro, e non certo lo Stato come padre che dispensa un favore, senza peraltro avere le risorse per farlo; ed evitare assolutamente la seconda ondata di contagio che ci porterebbe a nuove misure di chiusure che sarebbero drammatiche e devastanti". E' il nuovo presidente designato Carlo Bonomi a fissare così gli obiettivi di breve periodo delle imprese al termine della riunione del Consiglio generale che lo ha indicato al vertice di viale dell'Astronomia.


Tempi rapidi, dunque, chiede Bonomi, per "raccogliere la sfida che si pone oggi non tra tre mesi". Ed è per questo, aggiunge "che la strada di fare indebitare le imprese non sia la strada giusta considerati i tempi e le modalità di accesso alla liquidità previste".

"Mettiamoci immediatamente in condizioni operative per affrontare con la massima chiarezza ed energia la sfida tremenda che è di fronte a noi: quella di continuare a portare la posizione di Confindustria su tutti i tavoli necessari rispetto ad una classe politica che mi sembra molto smarrita in questo momento e non ha idea della strada che deve percorrere questo paese", ha detto ancora Bonomi rivolgendo un appello a tutti gli imprenditori a conclusione della riunione del Consiglio generale che lo ha indicato come il 31esimo leader di viale dell'Astronomia.

Con l'epidemia del coronavirus, per l'economia italiana "che dopo 11 anni non aveva ancora raggiunto i livelli precrisi, si apre ora una tremenda voragine che arriva su un Paese strutturalmente debole". Ma, tuttavia, ora, con "grande dedizione e passione civile", questa può essere anche una grande occasione per "cambiare l'Italia".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.