Cerca
Home . Sport .

Terzo ko di fila della Lazio, Sassuolo vince 2-1 all'Olimpico

SPORT
Terzo ko di fila della Lazio, Sassuolo vince 2-1 all'Olimpico

Fotogramma /Ipa

Terza sconfitta di fila per la Lazio che perde 2-1 in casa con il Sassuolo dicendo in pratica addio alle speranze di restare in corsa per lo scudetto. Sotto un sole implacabile e con una temperatura ben oltre i 30° i biancocelesti si fanno rimontare dagli emiliani, in condizioni fisiche decisamente migliori, che infilano il quarto successo consecutivo alimentando le speranze di conquistare un posto in Europa League. Al vantaggio di Luis Alberto al 33', replicano nella ripresa al 7 e al 46' Raspadori, ventenne al 1° centro in Serie A e Caputo. In classifica i capitolini restano fermi a quota 68, a -7 dalla Juventus capolista, mentre i neroverdi sono ottavi con 46 punti, solo 3 in meno del Milan settimo.


Partenza sprint degli ospiti che vanno in gol dopo 8 minuti con Raspadori che supera Strakosha dopo un'ottima percussione di Bourabia ma Di Bello, dopo aver rivisto l'azione al Var, annulla per un fuorigioco del centrocampista marocchino autore dell'assist. Passano 4 minuti e i neroverdi sono ancora pericolosi con Djuricic che dopo un'azione personale va al tiro, deviazione di Radu e palla sulla traversa. Al quarto d'ora si vedono i padroni di casa con Immobile che scende sulla destra e serve Luis Alberto che calcia alto da posizione favorevole.

Alla mezz'ora Milinkovic-Savic vince un contrasto e tira dal limite dell'area mandando fuori di poco. Al 33' biancocelesti in vantaggio con Luis Alberto: discesa di Lazzari sulla destra, lo spagnolo controlla bene in mezzo all'area e grazie anche a un rimpallo con Locatelli trafigge Consigli. La replica degli emiliani è affidata a Boga che si accentra dalla sinistra e prova un tiro a giro che termina di poco a lato alla sinistra di Strakosha.

Il Sassuolo parte meglio anche nella ripresa e dopo 7 minuti trova il pari: la Lazio sbaglia in uscita, Bourabia serve Caputo in area, palla in mezzo per Raspadori che batte Strakosha da pochi passi. Al quarto d'ora la squadra di De Zerbi sfiora il vantaggio con Muldur che si libera al tiro ma Strakosha compie una prodezza, Djuricic, disturbato da Bastos, sbaglia il tap-in da due passi. Al 22' tornano a vedersi i biancocelesti con una bella conclusione a giro da fuori di Immobile che finisce di un soffio sul fondo.

Nel finale i ragazzi di Inzaghi provano ad alzare la pressione ma riescono a farsi pericolosi solo con un colpo di testa di Bastos di poco alto sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nel recupero arriva invece il colpo del Sassuolo. Cross dalla sinistra di Rogerio, sponda di Ferrari sul secondo palo e Caputo corregge in rete di testa da pochi passi mandando i titoli di coda sul match e sulle speranze tricolori della Lazio.

"Non dobbiamo mollare, è un momento delicato che ultimamente non abbiamo mai attraversato. Dobbiamo guardare oltre e andare avanti, nonostante queste battute d'arresto che ci pesano molto". Così l'allenatore della Lazio, Simone Inzaghi.

"Speriamo adesso di recuperare energie per la trasferta di Udine, abbiamo bisogno di tutti. Mercoledì potremmo recuperare Luiz Felipe, oggi in panchina: il brasiliano per noi è fondamentale", conclude il tecnico piacentino.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.