cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Vivendi in Italia, ore cruciali. Countdown su Agcom e golden power

12 settembre 2017 | 18.02
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Conto alla rovescia per due importanti chiarimenti sullo status di Vivendi in Italia: fra qualche giorno la media company di Parigi potrebbe con un coup de theatre ottemperare all'obbligo di notifica sulla sua influenza in Tim e su cui è in corso un'istruttoria da parte del comitato per il golden power mentre già domani l'Agcom deciderà sul nuovo piano messo a punto dalla società per ottemperare alla delibera dello scorso aprile e che dovrebbe preludere alla sterilizzazione del 20% dei diritti di voto in Mediaset.

La valutazione di questa opportunità da parte dei francesi sarebbe in corso, secondo quanto apprende l'Adnkronos, e anche se i termini per la notifica sulla partecipazione in Tim tecnicamente sono scaduti, ottemperare all'obbligo da parte francese sarebbe una sorta di ramoscello d'ulivo nei confronti del comitato sui poteri speciali, e in piu' potrebbe significare evitare una multa milionaria.

Intanto fra poche ore si dovrebbe conoscere il verdetto dell'Agcom che, secondo le indiscrezioni della vigilia del Consiglio, vedrebbe la bilancia pendere a favore della creazione di un 'blind trust' di diritto italiano per sterilizzare il 20% dei diritti di voto di Vivendi, oggi in Mediaset al 29,9%. Anche in caso di giudizio positivo, l'Autorità di via Isonzo continuerà a monitorare l'esecuzione del piano e l'ottemperanza alla delibera della stessa Agcom che, lo scorso aprile, ha dato a Vivendi un anno di tempo per scendere nel capitale di Mediaset o di Tim (in quest'ultima i francesi sono al 23,9%): la presenza contemporanea con queste quote viola l’articolo 43 comma 11 del Tusmar, testo unico per i media e l'audiovisivo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza