cerca CERCA
Venerdì 18 Giugno 2021
Aggiornato: 00:43
Temi caldi

Caccia al vaccino contro Zika, per prima ci prova Sanofi Pasteur

02 febbraio 2016 | 13.19
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- FOTOGRAMMA

Sanofi Pasteur, la divisione vaccini dell'azienda farmaceutica francese Sanofi, annuncia l'avvio di un progetto di ricerca per sviluppare un vaccino contro il virus Zika , che sia in grado di prevenire l'infezione e la conseguente malattia. La società è alla guida di una serie di progetti che riguardano virus della stessa famiglia dello Zika e ha infatti già ricevuto l'approvazione per sieri contro la febbre gialla, l'encefalite giapponese e, più recentemente, la Dengue. Proprio l'expertise accumulata per sviluppare quest'ultimo prodotto e le infrastrutture industriali disponibili potranno essere rapidamente sfruttate per accelerare l'identificazione di un candidato vaccino anti-Zika, assicura l'azienda.

"Le nostre preziose collaborazioni con esperti scientifici e di salute pubblica, sia a livello globale che nelle regioni interessate dai focolai di Zika virus, insieme con la mobilitazione dei nostri migliori ricercatori - assicura John Shiver, Global Head della R&S di Sanofi Pasteur - velocizzerà gli sforzi per la ricerca e lo sviluppo di un vaccino contro questa malattia".

Zika - ricorda l'azienda - è strettamente correlato con la Dengue: appartiene allo stesso genere, quello dei flavivirus, si diffonde attraverso la stesse specie di zanzare e ha una manifestazione clinica acuta simile. I sintomi più comuni causati dall'infezione Zika includono febbre, eruzioni cutanee, gonfiore alle articolazioni, congiuntivite e mal di testa.

Prove crescenti collegano però l'infezione Zika nelle donne in gravidanza con qualcosa di molto più grave: l'aumento del rischio di una grave malformazione congenita alla nascita, la microcefalia.

"Sanofi Pasteur sta rispondendo alla chiamata globale all'azione per sviluppare un vaccino contro Zika, data la rapida diffusione della malattia e le possibili complicazioni mediche", afferma Nicholas Jackson, Global Head of Research di Sanofi Pasteur, che sarà alla guida del nuovo progetto per trovare il vaccino.

Proprio ieri l'Organizzazione mondiale della sanità, dichiarando che il cluster di casi di microcefalia registrati negli ultimi mesi rappresenta un'emergenza sanitaria internazionale, ha precisato di essere fortemente preoccupata per quattro motivi principali: la possibile associazione tra infezione e malformazioni congenite e sindromi neurologiche; il potenziale di ulteriore diffusione internazionale, data l'ampia distribuzione geografica della zanzara vettore; la mancanza di immunità nella popolazione delle zone recentemente colpite; l'assenza di vaccini, trattamenti specifici e test diagnostici rapidi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza