cerca CERCA
Martedì 25 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Top model

Moda: Cara Delevingne dice addio alle passerelle, detestavo il mio corpo

19 agosto 2015 | 14.22
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Cara Delevingne (Foto Infophoto) - INFOPHOTO

Negli ultimi cinque anni ha regnato incontrastata sulle passerelle e nelle campagne pubblicitarie, sfilando per i titani del fashion system, e facendosi strada nell'olimpo delle top model più pagate, portando a casa incassi a sei zeri. Dopo essersi fatta le ossa da Burberry, Victoria's Secret, Fendi, Versace e Chanel, dove Karl Lagerfeld l'ha incoronata icona di una moda anti convenzionale e irriverente, grazie anche al suo spiccato sense of humor e alle sue foltissime e caratteristiche sopracciglia scure, Cara Delevingne ha deciso di mettere la parola fine alla sua fruttuosa liaison con il mondo della moda.

Il motivo? Una psoriasi e un forte stress che l'avrebbero portata a "detestare il mio corpo", secondo quanto ha rivelato la modella in un'intervista a The Times. La 23enne londinese ha ammesso di volersi dedicare completamente al cinema, arte nella quale ha debuttato nel 2012 nella pellicola di Jon Wright 'Anna Karenina'.

A contribuire alla decisione di abbandonare le catwalk per percorrere la strada da attrice, anche il ruolo in 'Tulip Fever' di Justin Chadwick, la parte da protagonista in 'Città di carta', film ispirato all'omonimo libro di John Green, e il 'Pan' di Joe Wright, prequel di 'Peter Pan'. Il prossimo anno la vedremo ancora sul grande schermo nel film diretto da David Ayer 'Suicide Squad', al fianco di Will Smith, Jared Leto e Margot Robbie.

La modella, i truccatori indossavano i guanti perché pensavano avessi la lebbra

All'apice della sua carriera nella moda, Delevingne ha confessato al quotidiano inglese di aver dovuto affrontare più di cinquanta passerelle durante ogni settimana della moda, trovandosi in poco tempo intrappolata in un ciclo di depressione, che l'ha portata a sviluppare una forma di psoriasi, costretta a nascondere con enormi strati di make-up. "I make-up artist indossavano i guanti per truccarmi - dice la modella - perché pensavano, come me, che fosse lebbra o qualcosa di simile".

"Non è stato un buon periodo - continua Delevingne - ho lottato per mesi contro la psoriasi, mi sentivo sempre sull'orlo del precipizio. E' una cosa mentale, perché se odi il tuo corpo e il modo in cui appare poi, nel tempo, la tua immagine peggiora". Nata in una famiglia appartenente all'upper class londinese, con antenati blasonati, e Joan Collins per madrina, Cara sembrava destinata a diventare una 'it' girl, la ragazza del momento, sin dalla culla.

Ancora adolescente, nel 2011 toccò le vette del successo grazie alla campagna pubblicitaria di Burberry che le fece guadagnare in breve tempo la fama internazionale, tanto da rendere facile il paragone con Kate Moss, della quale era stata designata come la nuova erede. Se il suo 'addio' è solo l'ennesima provocazione o davvero un cambio di rotta lo sapremo tra qualche settimana, quando inizieranno le fashion week internazionali.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza