cerca CERCA
Domenica 17 Gennaio 2021
Aggiornato: 14:22

Coronavirus, "non ci sarà seconda ondata come a marzo"

17 giugno 2020 | 11.31
LETTURA: 1 minuti

L'infettivologo Bassetti: "Dovremo imparare a convivere con il Covid ed essere pronti ad affrontare nuovi casi"

alternate text
Fotogramma /Ipa
Roma, 17 giu. (Adnkronos Salute)

"Io credo che non ci sarà una seconda ondata simile a quella di marzo, ma che dovremo imparare a convivere con il Covid ed essere pronti ad affrontare nuovi casi nel prossimo autunno". Lo scrive su Facebook Matteo Bassetti, ordinario di Malattie Infettive dell'Università di Genova e direttore della Clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova.

L'infettivologo prende in rassegna alcuni trattamenti usati contro Covid-19. "Il cortisone ha dimostrato di ridurre la mortalità del 30% nei pazienti ospedalizzati. Lo dimostrano i risultati dello studio inglese 'Recovery' annunciati ieri alla stampa. Si tratta dello stesso studio che ha bocciato la clorochina, che è stata ritirata dal commercio anche da parte dell'Fda - osserva Bassetti - Buone notizie ulteriori anche su remdesivir che in un articolo pubblicato su 'Nature' conferma che la sua somministrazione precoce possa ridurre il rischio di sviluppare una grave polmonite. Noi a Genova li abbiamo iniziati ad utilizzare entrambi dal principio inserendoli nel nostro protocollo di cura. Ci eravamo accorti dell'importanza del cortisone e del remdesevir nelle fasi precoci della malattia. Ci avevamo visto lungo - conclude - Sapere di avere farmaci e presidi che funzionano, ci fa essere ancora più ottimisti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza