cerca CERCA
Mercoledì 28 Settembre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Def, sì del Parlamento. Padoan: ''Ripresa fragile, rinvio pareggio''

17 aprile 2014 | 17.33
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Roma, 17 apr. - (Adnkronos/Ign) - Disco verde di Senato (156 voti a favore, 92 contrari e 2 astenuti) e Camera (348 sì, 143 no) al Documento di Economia e Finanza. Via libera anche all'autorizzazione per il Governo, approvata con la maggioranza assoluta, a chiedere all'Unione europea lo slittamento al 2016 per il pareggio di bilancio. A Montecitorio voti favorevoli sono stati 373, i contrari 114 e gli astenuti 4.

PADOAN - L'Italia si trova in "circostanze eccezionali" e nel 2014 la ripresa sarà "ancora lontana da livelli accettabili'', per questo rinviamo il pareggio di bilancio al 2016, ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan , intervenuto prima al Senato poi alla Camera sul Documento di Economia e Finanza e sulla richiesta di rinvio del pareggio di bilancio al 2016, già contenuta in una lettera all'Unione europea diffusa ieri. Richiesta

"Nonostante i segnali di ripresa anche nel 2014 il gap tra crescita osservata e crescita potenziale resterà molto negativo". Insomma la ''ripresa è fragile e la situazione del mercato del lavoro molto difficile". Attueremo "un piano per raggiungere pienamente il pareggio nel 2016", assicura il ministro chiedendo "il voto a maggioranza assoluta".

Il ministro ha spiegato che, in presenza di riforme strutturali, "è possibile deviare temporaneamente dall'obiettivo di medio periodo a condizione che sia mantenuto un opportuno margine di sicurezza rispetto al valore di riferimento del rapporto deficit-pil e che la posizione di bilancio ritorni agli obiettivi di medio termine entro il periodo coperto dal programma di stabilità".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza