cerca CERCA
Giovedì 21 Gennaio 2021
Aggiornato: 18:48

Esplosione Beirut, "segni di vita sotto le macerie"

03 settembre 2020 | 21.27
LETTURA: 1 minuti

A un mese dalla tragedia "potrebbe esserci ancora un sopravvissuto", secondo i soccorritori cileni

alternate text
Foto Fotogramma
Beirut, 3 set. (Adnkronos/Dpa)

Un mese dopo l'esplosione al porto di Beirut che ha fatto 190 morti, potrebbe esserci ancora un sopravvissuto alla strage. Lo ha fatto sapere un team di soccorritori cileni, che ha detto di aver rilevato segni di vita sotto le macerie di uno dei tanti edifici crollati in seguito all'esplosione. "Tutto quello che abbiamo sentito dal team cileno - ha detto alla Dpa il governatore di Beirut Marwan Abboud - è che potrebbe esserci un sopravvissuto e noi speriamo con tutto il cuore che ci sia. Le squadre di soccorso cilene stanno lavorando sulla scena".

E sul posto, con altre attrezzature, sono stati mandati anche team della Croce Rossa, ha riferito George Kettneh, segretario generale dell'organizzazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza