Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Johnson contro Corbyn: "Vuole solo secondo referendum"

ESTERI
Johnson contro Corbyn: Vuole solo secondo referendum

(Afp)

"Temo che questo onorevole signore non abbia altro proposito nel contrastare la Brexit che quello di arrivare ad un secondo referendum". Dopo l'incontro fallito questa mattina con il leader laburista per ottenere un accordo su un nuovo calendario di approvazione della legge per la Brexit, Boris Johnson attacca così in aula Jeremy Corbyn.


Il duello era iniziato in effetti con il laburista che aveva polemicamente ricordato come ieri il premier "abbia deciso di rinviare la sua stessa legge" per l'attuazione della Brexit. "Devo dire che trovo peculiare il fatto che ora Corbyn voglia di nuovo la legge, visto che la scorsa notte ha votato contro ed ha costretto tutto il partito laburista a votare contro", è stata la replica del premier.

"Non possiamo sapere quello che la Ue farà in risposta alla richiesta del Parlamento. Stiamo aspettando la loro risposta", ha continuato Johnson rispondendo alle domande dei deputati ai Comuni, sottolineando che la richiesta di rinvio è arrivata "dal Parlamento" e non da lui. "Io non credo che il popolo di questo Paese voglia un rinvio, io non voglio un rinvio", ha detto.

Boris Johnson "crede che la Brexit sia ancora possibile entro il 31 ottobre", ha poi sottolineato il portavoce del premier britannico. "Il momento per completarla è ora, il premier vuole farlo entro il 31 ottobre, ma ovviamente grazie alla lettera del Parlamento la decisione non è necessariamente nelle nostre mani", ha poi aggiunto. "Continuiamo ad aspettare per vedere quello che ha da dire la Ue", ha concluso.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.