cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 11:05
Temi caldi

Immigrati: 'Fantasmi Portopalo', domani parte Gaia 1.200 km in bici da sola

01 agosto 2014 | 15.41
LETTURA: 2 minuti

Viaggia da sola e raccoglie firme per recupero relitto e 283 corpi

alternate text

Dare un volto e una sepoltura a 283 corpi che giacciono da 17 anni in fondo al mare senza vita, e senza sepoltura, nelle acque del Canale di Sicilia a largo di Portopalo. Parte da questa premessa la nuova sfida di Gaia Ferrara, a metà tra sport e impegno sociale. Domani infatti, Gaia, 33 anni, partirà con la sua bici per una lunga pedalata in solitario di 1200 Km per i "Fantasmi di Portopalo".

Ciclista per passione e anche per devozione, con alle spalle sei esperienze di pellegrinaggi sulle due ruote Gaia intende chiedere il recupero del relitto F-174, affondata a Natale del 1996 con circa 300 migranti a bordo. Un atto simbolico che mira a sensibilizzare le istituzioni europee sulla questione degli sbarchi dei migranti. La sportiva partirà appunto domani da San Severo in Puglia e arriverà a Portopalo il 23 agosto, dopo un giro in 23 tappe lungo le coste italiane, con oltre 70 iniziative durante il percorso, dalla Puglia, alla Basilicata, alla Calabria, fino all'estrema punta sudorientale della Sicilia a Portopalo.

Un percorso nei luoghi simbolo degli sbarchi dei gommoni e dei barconi che si sono avvicendati sin dagli anni '90, dove si trovano centri di accoglienza ancora attivi o chiusi, comunità di immigrati, testimoni diretti dei flussi di migranti e rifugiati.1200 Km in bici per i "Fantasmi di Portopalo" è un progetto promosso dall'associazione "Viandando" in collaborazione con "Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie". Il progetto prevede la raccolta di firme per una petizione da sottoporre alle Istituzioni europee, per il recupero del relitto della nave F-174, affondata a Natale del 1996 con circa 300 migranti a bordo. Primi firmatari sono Giovanni Maria Bellu,Luigi Ciotti,Carlo Lucarelli,Dario Fo, Christopher Hein, Piero Soldini, Carlotta Sami, Filippo Miraglia, Don Marcello Cozzi, Don Pino de Masi. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza