cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 17:23
Temi caldi

Mafia: Grasso, rintracciare denaro cosche e' la sfida del nuovo millennio

14 marzo 2014 | 17.33
LETTURA: 2 minuti

L'impatto economico della criminalità organizzata, soprattutto in una fase di crisi come quella che stiamo attraversando è "un dramma epocale". E' quanto ha affermato il presidente del Senato, Pietro Grasso, nella sua prolusione all'apertura dell'anno accademico della Scuola di perfezionamento per le forze di polizia.

"Rintracciare il denaro delle mafie -ha detto Grasso- è la sfida del nuovo millennio. Il 70% degli ricavati delle mafie torna nei paesi di origine, interi paesi vivono su quei proventi. L'economia criminale cerca sempre di più il potere economico, inquina e falsa il mercato e purtroppo riesce a controllare anche i governi nei paesi più fragili". Ma "non crea ricchezza perchè non crea innovazione".

Secondo Grasso l'"azione internazionale appare inadeguata" ed è forte "il rischio che le mafie si impossessino di pezzi pregiati delle economie nazionali". A titolo di esempio, il presidente del Senato ha ricordato che il "fatturato del solo riciclaggio in Italia è di 150 miliardi di euro". Le mafie hanno avuto un "ruolo decisivo per le sorti del paese -ha continuato Grasso riferendosi all'Italia- e gioca ancora oggi un ruolo nella crisi etica ed economica in cui si dibatte il paese". Un "nesso devastante", ha insistito Grasso, tra mafie e "dramma etico della vita pubblica: ciò deve essere compreso e non più negletto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza