cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 13:13
Temi caldi

Salute: ortopedico su infortunio Buffon, con taping puo' rientrare prima

16 giugno 2014 | 13.53
LETTURA: 2 minuti

Roma, 16 giu. (Adnkronos Salute) - "Con una distorsione alla caviglia si può giocare anche non perfettamente guariti, grazie a particolari taping", speciali 'cerotti' con funzioni curative. "Non conosciamo ancora l'entità dell'infortunio di cui è rimasto vittima il portiere della Nazionale Buffon, ma con una distorsione alla caviglia si torna in campo dopo due o tre settimane. Comunque la ripresa è molto personale". Lo afferma Carlo Felice De Biase, ortopedico all'ospedale San Carlo di Roma e esperto in Traumatologia sportiva.

"La caviglia ha un meccanismo di movimento delicato - spiega l'esperto - ma allo stesso tempo è una parte del corpo molto forte. In Italia circa 5.000 persone al giorno si procurano una distorsione al collo del piede e non solo facendo sport. La caviglia 'sopporta' quando una persona cammina il doppio del suo peso e quando corre 8 volte. Quindi è molto facile per uno sportivo, come Buffon, incorrere in questo tipo di trauma. Nel caso dell'infortunio al portiere della Nazionale italiana direi che è fondamentale il recupero propiocettivo della caviglia che consiste in una fisioterapia particolare. Dentro il collo del piede, infatti, ci sono migliaia di terminazioni nervose che mandano messaggi al cervello sulla posizione del corpo nello spazio e il cervello fa muovere i muscoli di conseguenza. Per il portiere la funzionalità del collo del piede è fondamentale perché nel movimento tecnico della parata è determinato proprio dalla reattività di quel movimento. Esistono comunque oggi taping, bendaggi funzionali, che consentono di giocare anche con caviglie non perfettamente guarite". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza