Tumori, bacino da stampante 3D per paziente con osteosarcoma

Nuova parte realizzata su misura, dopo 3 anni e' in grado di camminare

SANITÀ

(Adnkronos Salute) - Una nuova parte di bacino 'stampata' per un uomo colpito da tumore osseo. Il pezzo di ricambio è stato modellato in titanio grazie all'utilizzo di una stampante 3D, in grado di creare con precisione il nuovo osso da trapiantare su quello rimanente. A suggerire la possibilità al paziente è stato Crag Gerrand, consulente chirurgico del Tyne Hospitals di NewCastle (Gb). Dopo circa tre anni dall'impianto del nuovo pezzo di bacino "il paziente è in grado di camminare, anche se con un bastone - spiega Gerrand al 'Telegraph' - ed è molto felice di aver addosso quel pezzo di bacino stampato in 3D". Il cancro aveva colpito la metà destra del bacino. La neoplasia non rispondeva a farmaci o alla radioterapia e "l'unica opzione per fermare la diffusione del cancro era rimuovere la metà del bacino", racconta Gerrand. Grazie a una Tac e a una risonanza magnetica i tecnici hanno pianificato con precisione la quantità di osso che sarebbe stato rimosso dai chirurghi per eliminare il cancro e le dimensioni dello spazio lasciato dove poter inserire la parte di bacino stampata. I dati ottenuti stati utilizzati da una società britannica, Stanmore Implants, per realizzare un modello di bacino della stessa forma e dimensione dell'osso perduto dal paziente. Il pezzo di ricambio è stato ottenuto dalla progressiva stratificazione tridimensionale di polvere di titanio, fusa insieme dal laser della macchina. Quindi è stato ricoperto di materiale minerale.




RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.