cerca CERCA
Sabato 17 Aprile 2021
Aggiornato: 17:01
Temi caldi

Scuola, vertice Governo-Regioni sulla riapertura

26 agosto 2020 | 09.36
LETTURA: 2 minuti

Sul tavolo le prescrizioni sanitarie e il trasporto pubblico. Toti: “No a mascherine in classe”. Dal Mit le prime indicazioni per l'utilizzo degli scuolabus. Crisanti: "Chi ha febbre 37,1 non dovrebbe entrare". Morani: "Il 14 settembre riapertura, ma non tutto sarà subito a regime"

alternate text
(Fotogramma)

Vertice tra governo e autonomie locali in vista della ripresa della scuola. Al centro riunione, che si svolge in video conferenza, tutti i temi cruciali per conciliare la riapertura con la prevenzione dei contagi da Covid: dalle misure per il trasporto ai temi dell'organico, dalla fornitura dei nuovi banchi all'uso delle mascherine da parte degli alunni. Dopo che ieri sono state fornite dal Mit le prime indicazioni per l'utilizzo degli scuolabus, per le Regioni il nodo da sciogliere è proprio quello dei trasporti o si rischia "il caos, non ce la facciamo".

A quanto si apprende, all'incontro, convocato dal ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, prendono parte i ministri dell'Istruzione Lucia Azzolina, della Salute Roberto Speranza, dei Trasporti Paola De Micheli, il commissario straordinario Domenico Arcuri, il Capo Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli e Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico. Al tavolo siedono i governatori, guidati dal presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, rappresentanti di Anci e Upi.

''Non torniamo indietro, le scuole vanno riaperte in sicurezza. I tamponi e i test devono essere fatti e vanno fatti in tempo reale. Se c'è un contagio, si agirà di conseguenza". Da qui la necessità di una "collaborazione" tra Stato e Regioni, ha detto ieri il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, confermando che "la Provincia autonomia di Bolzano partirà il 7 settembre. Il 14 parte un gruppo molto importante e alcune Regioni partono dopo le elezioni intorno al 23-24 settembre. Se si vota il 20-21, il tempo della sanificazione e si partirà il 23-24. Mi viene in mente la Puglia, la Sardegna, la Calabria".

Sul piede di guerra alcuni governatori, come quello della Liguria Giovanni Toti, contrario all'uso della mascherina durante le lezioni. "Mancano 20 giorni all'inizio della scuola e ancora si naviga nel buio dell'inconcludenza di questo governo, che ha avuto mesi per decidere per poi ritrovarsi all'ultimo senza soluzioni. Risposte chiare e immediate. È quello che le Regioni, compatte come sempre sui temi che riguardano la vita delle persone, chiedono all’esecutivo per la riapertura delle scuole. Le famiglie, il personale scolastico e i nostri bambini e ragazzi meritano di sapere e di riprendere l'anno scolastico", ha scritto in un post su Fb. "Ecco cosa chiederemo domani al Governo in un incontro richiesto dai presidenti: i tempi dell'assegnazione del personale aggiuntivo (docenti e Ata) di cui ci è stato assicurato il raddoppio - continua Toti - i tempi di consegna dei banchi monoposto e delle mascherine (che serviranno comunque per le situazioni in movimento degli alunni). Noi diciamo no all'uso della mascherina durante la lezione ma il governo dovrà esprimersi in via definitiva e non l'ha ancora fatto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza