cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:35
Temi caldi

Scuola, "Prof in classe vestito da donna". Genitore denuncia il caso all'assessore

30 novembre 2015 | 19.32
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Infophoto)

In Veneto scoppia il caso di un docente di un istituto tecnico che si sarebbe presentato in classe vestito da donna. A portarlo alla luce l'assessore regionale all'Istruzione, Elena Donazzan pubblicando sulla sua pagina Facebook una lettera firmata da un genitore. " Rispetto la libertà che ciascuno di noi ha di intendere la propria sessualità come meglio crede - afferma Donazzan - Rimango del parere che quando si parla di orientamenti sessuali, il tutto vada fatto rientrare nella sfera personale e privata, sia che si parli di eterosessualità che di omosessualità. In questa vicenda, però, va fatta una contestualizzazione. Un professore deve riuscire a conciliare ogni sua azione con il suo ruolo fondamentale di educatore. Ritengo che una situazione di questo tipo non doveva accadere".

La vicenda è avvenuta venerdì scorso nella prima dell'Istituto tecnico di San Donà di Piave nell’ultima ora di lezione quando il docente sarebbe entrato in classe con la sua nuova identità spiegando che quello finalmente realizzato era un desiderio che lo accompagnava da sempre, ora trasformato in realtà perché era diventato finalmente di ruolo. Dalla scuola arriva un no comment, per ora.

"Un padre ed una madre hanno il diritto non solo di decidere come meglio affrontare queste tematiche con i figli ma soprattutto di vivere con la consapevolezza che i ragazzi vadano a scuola per crescere e formarsi senza dover scontrarsi, in un'età delicata come l'adolescenza, con problematiche personali e private di qualsivoglia natura del professore di turno", sottolinea.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza