Home . Soldi . Finanza . Europee deboli, a Milano (-0,18%) crolla Tenaris

Europee deboli, a Milano (-0,18%) crolla Tenaris

FINANZA
Europee deboli, a Milano (-0,18%) crolla Tenaris

Chiusura debole per le piazze finanziarie europee nel giorno in cui il Fondo Monetario Internazionale in una nota inviata al G20 di Buenos Aires ha evidenziato che "i rischi al ribasso sono aumentati" e sebbene le "condizioni finanziarie nelle economie avanzate siano ancora accomodanti, potrebbero peggiorare bruscamente" con un aumento della "pressione sui mercati emergenti e sulle economie avanzate ad alto indebitamento (come l'Italia)".

La Fed nel Financial Stability Report diffuso oggi, evidenzia come sviluppi nei mercati domestici e internazionali potrebbero portare rischi di breve termine al sistema finanziario americano. Nel report si fa riferimento anche al fatto che se pure gli aggiustamenti della Fed sono sempre ampiamente anticipati dai mercati, alcune variazioni improvvise potrebbero determinare una qualche volatilità.

In questo scenario, Francoforte ha terminato la giornata con un calo dello 0,09%, Parigi ha chiuso invariata, Londra ha segnato -0,18%. A Milano il Ftse Mib ha terminato in flessione dello 0,18% a 19.115 punti, mentre l'All Share ha chiuso in flessione dello 0,14% a 20.988. Tra le blue chip milanesi crolla Tenaris, giù del 7,08% dopo la diffusione della notizia della incriminazione in Argentina del ceo Paolo Rocca per presunti pagamenti illeciti. Vendite anche su Pirelli che perde il 3,25%, A2A che segna -2,82%, Moncler -1,74%. Ben intonato il comparto bancario, complice il calo dello spread a 292 punti base (3,27% rendimento), dopo che ieri aveva chiuso a 295 punti base. Banco Bpm segna +4,39%, Unicredit +1,89% e Ubi Banca +1,25%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.