cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:33
Temi caldi

Borsa: europee deboli al giro di boa, Milano sopra 22mila punti

06 ottobre 2015 | 14.32
LETTURA: 3 minuti

Martedì 6 ottobre, ore 14.00

alternate text
Palazzo Mezzanotte, sede di Piazza Affari - (Infophoto)

Viaggiano deboli le piazze finanziarie europee, ma comunque in verde, dopo la chiusura positiva ieri di Wall Street e in scia alle asiatiche che hanno terminato gli scambi per lo più positive. A Tokyo l'indice guida, il Nikkei 225, ha chiuso in progresso dell'1%, spinto dalla firma dell'accordo di libero scambio tra Usa e Pacifico; Singapore ha segnato +1,62%, Hong Kong -0,1%, Sidney +0,33%.

Tra i dati macroeconomici diffusi nella mattinata, il ministero dell'Economia e dell'energia tedesco ha fatto sapere che gli ordinativi industriali sono diminuiti dell'1,8%, meno della precedente rilevazione (-2,2%), ma bel al di sotto delle attese (consensus +0,5%). In Gran Bretagna l'indice Halifax sui prezzi delle case è calato a settembre dello 0,9% rispetto al mese precedente, mentre anno su anno la crescita è dell'8,6%.

Per quanto riguarda i mercati obbligazionari europei, il differenziale tra Btp decennale e Bund tedesco si attesta a 110 punti base con un rendimento dell'1,69%. In questo scenario, Madrid avanza dello 0,32%, Amsterdam +0,49%, Lisbona +0,58%, Zurigo +0,13%. Parigi +0,34%, Francoforte +0,37%. A Milano il Ftse Mib viaggia sopra i 22mila punti in progresso dello 0,22%, mentre l'All Share segna +0,27% a 23.617.

Tra le blue chips prese di beneficio per Saipem, dopo l'exploit di ieri (+10% a 8,33 euro), cede il 4,32%. In flessione anche le popolari, nel pieno del risiko per il riassetto del settore, con Banco Popolare che cede il 2,06%, Bpm -1,51%, Bper -1,56%. In verde Tod's, la migliore del listino, che avanza del 2,64% e con esso anche gli altri titoli del lusso "probabilmente incoraggiati - osserva un gestore - dai segnali di miglioramento dell'economia globale". Yoox Nap +2,2%, Luxottica +0,4%, Moncler +0,38%, Ferragamo +0,24%.

Sotto la parità Telecom. Ieri la Sec americana ha comunicato che Vivendi è salita al 19,88% del capitale della compagnia di telecomunicazioni italiana. "Abbiamo avuto indicazione della crescita di Vivendi al 19,9% del capitale di Telecom Italia: è un ulteriore rafforzamento di quello che si sta dicendo da tempo circa l'interesse strategico e non tattico di Vivendi" per il gruppo telefonico", ha detto Marco Patuano interpellato dai giornalisti a margine di un convegno.

Rcs e Mondadori miste dopo il deal chiuso ieri che ha portato alla cessione dell'intera partecipazione detenuta da Rcs Mediagroup in Rce Libri a Mondadori. Il gruppo di Segrate avanza del 3,36%, mentre Rcs cede lo 0,73%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza