cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 08:06
Temi caldi

Borse europee positive attendono Wall Street, Milano +0,85%

01 aprile 2014 | 14.43
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Positive al giro di boa le principali Borse europee mentre i futures su Wall Street indicano positivo l'avvio dei principali indici. Milano guadagna lo 0,85% a 21.877 punti con lo sprint di Mediaset e Mps, i titoli migliori del Ftse Mib. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi prosegue stabile intorno ai 172 punti. Spingono i listini del Vecchio Continente i guadagni ottenuti, lunedì, dalla Borsa di Wall Street dopo le parole del numero uno della Fed Janet Yellen che ha rassicurato gli investitori sul "supporto straordinario" che la banca centrale americana continuerà a dare in caso di necessità.

Tra i listini, Madrid guadagna lo 0,86% a 10.429 punti, Parigi lo 0,88% a 4.429 punti. Il Dax di Francoforte sale dello 0,62% a 9.615 punti, mentre Londra avanza dello 0,57% a 6.635 punti. Positiva la Borsa di Amsterdam (+0,44%) a 404,99 punti, mentre cresce anche Bruxelles, segnando +0,31% a 3.139 punti.

Sul listino di Piazza Affari prosegue la corsa di Mps dopo che la Fondazione guidata da Antonella Mansi ha venduto un ulteriore 6,5% delle sue quote. Il titolo segna +6,64% a 0,28 euro. Segue Mediaset (+5,52%) che beneficia della promozione di un'importante banca d'affari. Il comparto bancario è perlopiù positivo fatta eccezione per Banco Popolare che 'tira il fiato' (-2,47%) dopo il rally di lunedì nel primo giorno di negoziazione in Borsa dei diritti per l'aumento di capitale.

Sono positive Intesa Sp (+2,28% a 2,51 euro) dopo che Hsbc ha alzato il target price dell'istituto a 2,92 euro (da 2,30) e promosso il giudizio da 'neutral' a 'overweight', Mediobanca (+1,51%) e Ubi Banca (+2,34%). E' negativo a Piazza Affari, invece, il comparto energetico dove Eni perde lo 0,16%; Enel lo 0,05% e Enel Gp lo 0,20%.

Cir guadagna a metà seduta l'1,92% dopo la nota sulla situazione finanziaria di Sorgenia che ha evitato il deficit di cassa previsto per la fine di marzo. Telecom è piatta (-0,06%) il giorno dopo la vendita della sede di via Negri a Milano. Fiat, dopo che Sergio Marchionne ha escluso l'eventualità di un aumento di capitale per il gruppo, avanza del 3,31% a 8,7 euro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza