cerca CERCA
Mercoledì 14 Aprile 2021
Aggiornato: 13:55
Temi caldi

Borsa: Milano azzera rialzi e passa in rosso con europee

14 agosto 2015 | 13.34
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Borsa Milano in calo in attesa Wall Street (Infophoto)

La Borsa di Milano azzera i guadagni della mattinata e passa negativa, in linea con le consorelle europee e in attesa dell'avvio di Wall Street, che i futures sui principali indici pronosticano in negativo. Il contratto più scambiato sull'S&P 500 cede lo 0,24% intorno alle 12.40.

A Milano l'indice guida Ftse Mib perde lo 0,6% a 23.215 punti, mentre l'indice generale All Share lascia sul parterre lo 0,54% a 24.901 punti. Gli scambi sono ridotti, alla vigilia di Ferragosto, per circa 900 mln di euro di controvalore, da 2,78 mld nell'intera seduta di ieri. Su 299 titoli in negoziazione, 117 sono in verde, 170 in rosso e 12 invariati.

Il Parlamento greco ha approvato il terzo pacchetto di aiuti, anche se la maggioranza che sostiene il governo di Alexis Tsipras avrebbe registrato consistenti defezioni, tanto che il premier chiederà un nuovo voto di fiducia dopo il 20 agosto, stando a quanto ha riferito l'emittente ellenica Skai.

Lo yuan oggi si è stabilizzato nel cambio con il dollaro, dopo tre giorni consecutivi di svalutazioni. Il Pil della Germania nel secondo trimestre ha registrato una crescita trimestre su trimestre dello 0,4%, leggermente inferiore alle attese, mentre quello dell'Italia dello 0,2%. Al palo, invece, la Francia, dove il Pil è rimasto fermo nel periodo.

La Francia, commenta Filippo Diodovich, market strategist di Ig, "si conferma il Paese dell'Europa 'core' più sofferente. Il ritorno del Pil a crescita zero è un segnale preoccupante sia per il governo, che dovrà muoversi a portare avanti le riforme strutturali necessarie per rilanciare l’economia del paese sia per il governatore Mario Draghi, che dovrà togliersi dalla testa la possibilità di interrompere con anticipo il programma di quantitative easing".

Nel pomeriggio sono attesi importanti dati macroeconomici dagli Usa, in particolare i prezzi alla produzione e la produzione industriale di luglio e la fiducia dei consumatori in agosto. Più tardi l'Eurogruppo dei ministri delle Finanze dell'Eurozona dovrebbe riunirsi per discutere il piano di salvataggio della Grecia.

In calo anche le altre Borse europee: ad Amsterdam Aex 472 punti (-0,87%); a Parigi Cac 4.949 (-0,74%); a Bruxelles Bel 20 3.645 punti (-0,72%); a Madrid Ibex 10.869 punti (-0,74%); a Francoforte Dax 10.942 punti (-0,66%); a Londra Ftse 6.558 punti (-0,16%); a Zurigo Smi inviariato a 9.325 punti (+0,01%). A Lisbona Psi 20 +0,11%.

Sul mercato valutario l'euro quota a 1,118 dollari. L'oro al London Bullion Market si attesta al fixing di stamani a 1.116,75 dollari l'oncia, lo stesso livello di ieri pomeriggio. In piazza Affari calano le banche (-1,04%), i finanziari (-0,86%), gas e petrolio (-0,64%); in verde salute (+0,57%).

Sul Ftse Mib resta in verde il lusso, particolarmente colpito dalle vendite nelle penultime due sedute: Moncler +1,05% e Tod's +0,97%. Positiva anche Autogrill (+0,87%), insieme a UnipolSai (+0,73%). Flettono i bancari, specie Ubi (-1,58%), Intesa Sp (-1,35%) e Mps (-1,38%).

Sull'All Share brilla Damiani (+7,91%); in calo Trevi Finanziaria Industriale (-4,75%), maglia nera della Borsa di Milano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza