cerca CERCA
Mercoledì 23 Giugno 2021
Aggiornato: 21:37
Temi caldi

Il tonfo di Piazza Affari

28 settembre 2018 | 09.33
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Il dado è tratto e il tonfo si è fatto sentire. La Borsa di Milano accusa la prospettiva di un deficit pubblico superiore al previsto dopo l'accordo di governo sulla nota di aggiornamento del Def e archivia la seduta in calo del 3,72% a 20.711 punti. Sul finale, il Ftse Mib rientra dai minimi toccati oggi, con perdite oltre i 4,5 punti percentuali, ma lo shock sul paniere principale è grande. Le principali banche perdono dal 7 al 9 per cento e a scatenare le vendite è, di nuovo, l'aumento dello spread tra Btp e Bund tedeschi, che sale a circa 269 punti con un rendimento del 3,15%. Si tratta di 33 punti in più della chiusura di ieri, quando si era attestato a 236 punti.

L'intesa raggiunta dall'esecutivo Lega-5 Stelle dovrebbe prevedere un aumento del deficit pubblico al 2,4%, il prossimo anno, per finanziare alcune misure in Manovra, tra cui reddito e pensioni di cittadinanza.

Il livello del deficit è superiore agli obiettivi (1,6% - 1,9%) che si erano posti, secondo indiscrezioni, il ministro delle Finanze d'intesa con la Commissione europea. Gli investitori temono che un disavanzo molto alto possa compromettere la stabilità dei conti pubblici del Paese, facendo aumentare ancora di più il debito pubblico e il costo del suo finanziamento sui mercati internazionali. Le altre piazze finanziarie europee hanno risentito di un mini-contagio: Francoforte chiude in calo dell'1,5%, Madrid dell'1,45%. Sono negative anche Parigi (-0,85%), Amsterdam (-0,75%) e Londra (-0,47%). L'euro è in calo e scivola a 1,16 dollari.

Tra i titoli, la maglia nera va a Banco Bpm, che chiude in calo del 9,43% a 2,12 euro. Sell off anche su Intesa Sp (-8,4%), Bper (-8,3%), Ubi (-7,8%), Banca Generali (-7,2%), Unicredit (-6,7%). Le banche sono il comparto più colpito in quanto tra le maggiori detentrici di debito pubblico sotto forma di Bot e Btp. Sono pesanti anche le assicurazioni e i titoli del risparmio gestito: Unipol perde il 5,3%, Generali il 3,6%. Banca Generali affonda (-7%), Azimut segna -4,5% e Poste -4,28%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza