cerca CERCA
Sabato 26 Novembre 2022
Aggiornato: 08:10
Temi caldi

Borsa, piazze europee recuperano. A Milano brillano Bpm e Banco

30 settembre 2016 | 10.07
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Le Borse europee chiudono in forte recupero una giornata dominata, nella prima parte, da un'ondata di vendite seguite alla diffusione di notizie sulla complessa situazione di Deutsche Bank. I timori per la tenuta del gruppo tedesco hanno determinato il crollo delle quotazioni del titolo, che ha raggiunto il minimo storico a 9,89 euro, provocando anche forti perdite sui mercati del Vecchio continente. Salvo, poi, ricominciare a crescere dal primo pomeriggio.

La svolta quando il ceo dell’istituto tedesco, John Cryan, in una lettera ha rassicurato definendo "preoccupazioni ingiustificate" quelle sulla "riduzione delle attività di alcuni clienti di hedge fund" e assicurando che "la banca è diventata oggetto di speculazioni e forze nei mercati che stanno cercando di danneggiare" la fiducia nei confronti di Deutsche Bank. L'istituto, ha aggiunto il ceo, "soddisfa tutti i requisiti patrimoniali attuali" e la ristrutturazione, dopo la cessione di Abbey Life, "è sulla buona strada".

In serata, poi, indiscrezioni su una possibile riduzione della multa di 15 milioni di euro chiesta dal governo americano legata alla concessione dei mutui subprime, hanno spinto ulteriormente il titolo che ha recuperato oltre 6 punti percentuali, salendo a 11,6 euro per azione.

La risposta dei mercati non si è fatta attendere. Gli investitori hanno ingranato la marcia, schiacciando l'acceleratore a tavoletta. L'avvio positivo di Wall Street ha fornito ulteriore carburante e le piazze finanziarie, trainate dal rush finale di Francoforte (+1,01%), hanno recuperato fortemente le perdite, oltrepassando la parità: Parigi +0,10%, Bruxelles +0,18% e Amsterdam +0,17%. Londra, più debole, chiude a - 0,29%.

Piazza Affari registra la performance migliore sostenuta da Bpm e Banco, i due istituti di credito da tempo al lavoro sull'ipotesi di una possibile fusione. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,38%, l'All Share lo 0,31%.

Sul principale listino milanese, Bpm è maglia rosa con un guadagno del 6,95% a 0,36 euro per azione. Segue Banco Popolare in aumento del 4,28% e Bper a +2,92%. Bene anche Ubi (+2,76%) e Unicredit (+1,77%). Sul fronte opposto Mps, che cede l'1,17%.

Tornano a salire anche i titoli petroliferi, guidati da Saipem e Tenaris che chiudono rispettivamente a +2,78% e +1,36%.

Contrastato il comparto del lusso, con Moncler che guadagna un punto percentuale, seguito da Ferragamo (+0,36%); negativi Yoox Nap (-0,68%) e Luxottica, maglia nera, che lascia sul parterre l'1,35%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza