Cerca

Europa non cede a panico ma crolla Borsa Milano (-4,03%)

Forti vendite su bancari, Mps -11,51%

FINANZA
Europa non cede a panico ma crolla Borsa Milano (-4,03%)

Broker

'No panic' tra le piazze finanziarie europee all'indomani della vittoria del fronte del no al referendum in Grecia. Anche se le Borse europee chiudono in calo, in particolare Milano, non prende corpo nessuno degli scenari più temibili, almeno per oggi. La giornata si è aperta con le dimissioni del ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis, sostituito in giornata da Euclid Tsakalotos. Questo per agevolare l'apertura di un nuovo dialogo tra Europa e Grecia.


E se il direttore generale del Fondo monetario Internazionale Christine Lagarde si è detta oggi pronta ad aiutare la Grecia laddove venisse richiesto (tutto da capire però in che termini e rispetto a quali richieste), il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande si stanno incontrando all'Eliseo per verificare la possibilità di intraprendere una strada comune nel nuovo capitolo della crisi greca.

Lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali chiude a 162 punti base con un rendimento del 2,39%, mentre l'euro si è difeso mantenendosi sopra 1,1 dollari. Secondo gli analisti saranno i prossimi giorni a dare prova di maggiore volatilità. Tutto dipenderà anche dalle mosse della Bce, il cui consiglio si riunisce domani e che dovrà decidere circa l'Ela, ovvero l'Emergency liquidity assistance a favore degli istituti di credito greci.

In questo scenario ancora molto liquido limitano le perdite le piazze del Vecchio continente: Madrid cede il 2,29% a 10.540 punti, Parigi -2,01% a 4.711, Francoforte -1,52% a 10.890, Londra -0,76% a 585,78. Andamento in calo ma decisamente contenuto per ora degli indici statunitensi: il Dow Jones lascia sul terreno lo 0,19%, mentre il Nasdaq perde lo 0,3%.

Raffica di vendite invece a Milano, la peggiore tra le Borse europee, colpita in particolare dai forti cali dei titoli del settore bancario. Il Ftse Mib lascia sul terreno il 4,03% e termina a 21.600 punti, mentre l'All Share perde il 3,85% a 23.099. La piazza milanese è fortemente appesantita dalle vendite sui titoli, in particolare Mps, che lascia sul terreno l'11,51% a 1,53. Banco Popolare perde il 6,59%, Mediolanum -6,55%, Ubi Banca -6,55%, Unicredit -6,12%, Intesa Sanpaolo -5,98%, Bper -5,93%, Bpm -5,48%.

In controtendenza StMicroelectronic che chiude in progresso dell'1,72%. Limitano le perdite anche World Duty Free (-0,2%), Pirelli (-0,79%) e Tod's (-0,83%).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.