cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 00:03
Temi caldi

Influenza: si risveglia H1N1, in Usa appello per vaccinazione di massa (2)

21 febbraio 2014 | 16.21
LETTURA: 3 minuti

(Adnkronos Salute) - In un altro rapporto che si è concentrato solo sulla California, il Dipartimento statale della salute pubblica parla di 405 pazienti under 65 morti o ricoverati in un reparto di terapia intensiva a causa dell'influenza tra il 29 settembre e il 18 gennaio. Dati già più alti di quelli registrati nelle intere precedenti stagioni influenzali dai tempi della pandemia. Dei 94 decessi esaminati nel report, l'85% riguarda ovviamente pazienti fragili con altre patologie in corso (dal diabete alla Bpco, dall'asma all'obesità patologica), estremamente vulnerabili a complicanze di vario tipo. Le notizie che arrivano da Grecia e Usa, commenta Pregliasco, "mettono in evidenza come l'influenza non sia un evento così banale: nei soggetti fragili può creare difficoltà e complicanze anche gravi. In Italia manca la descrizione di questo aspetto".

Rimane ancora poco chiara la causa esatta dell'aumento di ricoveri proprio fra giovani e adulti di mezza età, tuttavia gli esperti fanno notare che sono le fasce d'età che tradizionalmente si vaccinano meno contro l'influenza. Secondo le stime, negli Stati Uniti solo il 34% dei 18-64enni si sottopone all'iniezione scudo, mentre la copertura per gli over 65 anni è del 62%. Il tasso di vaccinazione fra i giovani, nella fascia d'età tra 6 mesi e 17 anni, è del 41%. "Questa stagione sta picchiando duro" fra i giovani adulti "ed è probabile che la stagione influenzale duri ancora per qualche tempo. Non è troppo tardi per avere il vaccino", sottolinea Frieden. In Italia quest'anno, riferisce Pregliasco, "i primi segnali ufficiosi indicano una ripresa di fiducia verso l'iniezione scudo fra gli anziani".

Anche se le istituzioni sanitarie negli States insistono sul fatto che la vaccinazione è la migliore arma, la prima linea di difesa, hanno anche riconosciuto che alcune persone pur vaccinate si ammaleranno, e in almeno 6 casi di influenza fatali presi in considerazione dal report californiano i pazienti morti si erano sottoposti alla vaccinazione. Gli esperti di Oltreoceano invitano dunque i medici a intervenire tempestivamente sui pazienti che hanno sperimentato gravi sintomi influenzali e invitano all'uso di farmaci antivirali dove necessario.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza