cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 07:26
Temi caldi

Borsa: Milano chiude in rosso con le europee, vendite sull'oil

10 marzo 2015 | 19.17
LETTURA: 4 minuti

Chiusura negativa per la Borsa di Milano, con l'indice guida Ftse Mib che cede quasi un punto percentuale in linea con le consorelle europee e con Wall Street, che ritraccia dai massimi record di ieri, in attesa della riunione della Fed in agenda la settimana prossima. In lettera l'oil and gas, debole in tutta Europa sulla scia dei cali dei prezzi del greggio. Scende ancora l'euro/dollaro.

alternate text
La Borsa di Milano chiude in rosso, giù l'oil (Infophoto).

La Borsa di Milano chiude in calo, in linea con le principali piazze europee e con Wall Street che, partita in calo dopo i record di ieri del Dow Jones e dell'S&P 500, resta con i principali indici in rosso, in vista della riunione del Federal Open Market Committee della Federal Reserve di settimana prossima. Alla luce dei dati positivi di venerdì scorso sugli occupati non agricoli, si teme che i banchieri centrali americani possano segnalare un prossimo rialzo dei tassi di interesse . Le piazze europee pagano anche l'incertezza sulla Grecia, in vista degli incontri di domani a Bruxelles tra i rappresentanti del governo di Atene e quelli dei Paesi creditori.

Piazza Affari in rosso - A Milano l'indice guida Ftse Mib cede lo 0,97% a 22.345 punti, mentre l'indice generale All Share lascia sul parterre lo 0,97%, a 23.844 punti. Scambi per 3,44 mld di euro di controvalore, rispetto a 3,53 mld nella seduta di ieri. Su 330 titoli in negoziazione, 106 chiudono in rialzo, 208 in calo e 16 invariati. Sul Ftse Mib in rialzo Pirelli e Finmeccanica, venduti i petroliferi.

In rosso le principali piazze azionarie europee - La peggiore è Lisbona, con il Psi 20 a 5.552,82 punti (-2,35%); a Londra Ftse 6.702 punti (-2,52%); a Madrid Ibex 10.902,2 punti (-1,38%); a Bruxelles Bel 20 3.669,46 punti (-1,19%); a Parigi Cac 4.881 punti (-1,12%); ad Amsterdam Aex 483,1 punti (-1,05%); a Francoforte Dax 11.500,38 punti (-0,71%); a Zurigo Smi 9.023,71 punti (-0,26%). A New York intanto il Dow cede l'1,44%, mentre il Nasdaq segna -1,28%.

Scende ancora l'euro, cala il petrolio - La moneta unica al riferimento della Bce scende a 1,0738 dollari, rispetto a 1,086 dollari ieri. L'oro a pronti al London Bullion Market al fixing pomeridiano si attesta a 1.162 dollari l'oncia, in lieve rialzo da 1.161 dollari stamani. Il future più scambiato sul Wti, il greggio di riferimento americano, con consegna ad aprile al Nymex perde 1,27 dollari rispetto alla chiusura precedente, a 48,73 dollari al barile.

In lettera i petroliferi - A Milano vendite su risorse di base (-3,77%), materiali di base (-3,65%), oil and gas (-2,47%), tlc (-1,97%). Comprati cibi e bevande (+1,21%), tecnologici (+1,05%). Vendite sui petroliferi, deboli in tutta Europa: a Madrid Repsol perde il 2,22%, a Parigi Total scende del 3,22% e a Londra Bp -3,31% e Tullow Oil -6,47%. In piazza Affari cede in particolare Tenaris, che cede il 3,81%, appesantita dai cali del greggio. Deboli anche Eni (-2,53%) e Saipem (-1,86%).

Comprate Pirelli e Finmeccanica - In rialzo sul Ftse Mib Pirelli, che beneficia di giudizi positivi da parte dei broker (+2,73%) e Finmeccanica (+2,64%), dopo le previsioni dell'amministratore delegato Mauro Moretti sul 2014. Acquisti su St (+1,89%) e Campari (+1,64%).

In rosso i bancari - In lettera Cnh Industrial (-3,06%). Deboli i bancari, in particolare Mps, che perde il 2,75%, e Ubi Banca (-1,94%). Sull'All Share comprate Gabetti (+14,54%) e Prelios (+8,8%), che ha comunicato i risultati 2014 a mercati chiusi. In calo Piquadro (-4,19%), maglia nera della Borsa di Milano, che chiude in calo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza