Cerca

Borsa, Milano chiude in rosso con le europee: crolla Saipem

FINANZA
Borsa, Milano chiude in rosso con le europee: crolla Saipem

Chiude in netto calo la Borsa di Milano, in linea con le principali piazze europee, tutte negative, in linea con Wall Street, che prosegue in rosso malgrado dati positivi sul fronte dell'occupazione, con le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione che restano vicine ai minimi da 15 anni. Pesa sui mercati la perdurante incertezza sulla Grecia, alla vigilia della scadenza del rimborso dei fondi dovuti al Fondo Monetario Internazionale.


Sui mercati obbligazionari sono proseguite le vendite, con i rendimenti dei titoli di stato europei in rialzo. In piazza Affari l'indice guida Ftse Mib chiude a 23.336 punti (-1,15%), mentre l'indice generale All Share cede l'1,05% a 24.936 punti. Scambi per 3,55 mld di euro di controvalore, in aumento rispetto ai 3,29 mld della seduta di ieri. Su 337 titoli in negoziazione, 94 hanno chiuso in rialzo, 226 in ribasso e 17 invariati.

In Europa cala Londra, con il Ftse a 6.859 punti (-1,31%); a Lisbona Psi 20 a 5.872 (-1,07%); a Madrid Ibex 11.146 (-1,08%); a Parigi Cac 4.987 (-0,93%); a Bruxelles Bel 20 3.692 punti (-0,8%); a Francoforte Dax 11.340 (-0,69%); ad Amsterdam Aex 485,29 (-0,5%); a Zurigo Smi 9.233 (-0,21%).

A New York, intanto, il Dow cede lo 0,69%, mentre il Nasdaq cede lo 0,45%.

L'euro al riferimento Bce vale 1,1317 dollari, in rialzo rispetto a 1,1134 dollari ieri. Il contratto più scambiato sul Wti, il greggio di riferimento americano, con consegna a luglio al Nymex cede 1,60 dollari a 58,04 dollari al barile. L'oro al London Bullion Market al fixing pomeridiano cala a 1.176 dollari l'oncia, rispetto a 1.182 dollari stamani.

In piazza Affari vendite su risorse di base (-3,71%), materiali di base (-3,59%), oil and gas (-2,69%), utilities (-1,79%), media (-1,63%), cibi e bevande (-1,4%), assicurazioni (-1,31%); comprate le tlc (+0,92%).

Sul Ftse Mib in forte calo Saipem, che chiude in rosso del 13,58%, maglia nera dell'intero listino, a 10,25 euro, affossata dalle voci prima e dalla conferma poi che la società sta valutando le opzioni per rifinanziare l'attività, includendo l'aumento di capitale nel novero delle possibilità.

Negativi anche gli altri titoli oil, appesantiti dai cali del greggio: Tenaris cede il 3,73% a 12,9 euro, mentre Eni perde l'1,96%.

In rosso anche le utilities, in particolare Enel (-2,42%) e A2A (-1,9%), sfavorite dai rialzi dei rendimenti obbligazionari.

In verde Telecom (+0,94%) e Banca Mps (+0,88%), mentre flette il diritto (-1,26%). Positiva Mediobanca (+0,64%).

Sull'All Share comprate Carraro (+5,14%) e Piaggio (+5,1%). In calo Banca Carige (-1,25%), in attesa delle condizioni dell'aumento di capitale, mentre il consiglio di amministrazione è riunito a Genova. Vendute Sorin (-4,45%) e Mid Industry Capital (-3,89%), tra i titoli peggiori della Borsa di Milano, secondi solo a Saipem.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.