Cerca

Virus, cosa significa Covid-19

SANITÀ
Virus, cosa significa Covid-19

(Afp)

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha annunciato il nuovo nome per la malattia da nuovo coronavirus: Covid-19. Il nome è l'acronimo di Co (corona); Vi (virus); D ('disease', malattia) e 19 (l'anno di identificazione del virus). L'annuncio e la spiegazione della scelta sono stati dati oggi dal direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante la conferenza stampa quotidiana a Ginevra.


Si tratta di un nome 'politically correct'. La denominazione ufficiale non è affatto causale ma rispetta precise linee guida, una sorta di 'galateo della scienza', che l'Oms ha sentito il bisogno di elaborare nel 2015, dopo che alcuni nomi legati a epidemie avevano generato non pochi problemi. Avevano cioè prodotto "un contraccolpo contro membri di particolari comunità religiose o etniche, creato barriere ingiustificate ai viaggi, al commercio e innescato inutili macellazioni di animali alimentari", come ebbe a denunciare l'agenzia sanitaria delle Nazioni Unite.

In passato, infatti, numerosi virus avevano preso il nome dal luogo in cui si erano originati o dalla regione in cui erano stati identificati per la prima volta: ad esempio la Mers, che sta per Sindrome respiratoria del Medio Oriente; Ebola che prende il nome da un fiume della Repubblica Democratica del Congo; la malattia di Lyme che si rifà a una città del Connecticut. Da qui le raccomandazioni stilate dall'Oms: "Il nome da utilizzare per riferirsi a una nuova malattia deve consistere in termini descrittivi generici, in base ai sintomi, a coloro che colpisce, alla sua gravità o stagionalità". Mentre vanno evitati, appunto, nomi che includono aree geografiche (per esempio influenza spagnola, febbre della Rift Valley), nomi di persone (come Malattia di Creutzfeldt-Jakob, malattia di Chagas), specie di animali o alimenti (influenza suina, influenza aviaria), riferimenti culturali, di popolazione, industriali o professionali legionari) e termini che incitano alla paura indebita (quali sconosciuta, misteriosa, fatale, epidemia).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.